Ritorna

Economia, Piazza finanziaria

Eccesso di norme e burocrazia dilagante

Opinione Liberale

Karin Valenzano Rossi, capogruppo CC Lugano, vice-presidente PLRT

 

Talvolta mi sembra di essere nel bel mezzo di un brutto sogno dove un mostro a due teste si accanisce impedendo a chi cerca di creare lavoro e benessere di poter portare a termine la propria missione. Le due teste di questo mostro hanno un nome: eccesso di norme e burocrazia dilagante. Dopo essermi data un pizzicotto mi accorgo di essere sveglia e che le due teste del mostro esistono davvero e dilagano vieppiù in tutti i settori delle attività economiche, invadendo spazio prezioso e sottraendo energie costruttive all’attività di aziende e cittadini.


Nel settore finanziario è talmente vero che i dipartimenti amministrativi e di compliance diventano sempre più grandi, talvolta persino a scapito di quelli operativi e produttivi, e non solo per le banche ma anche per le società medio piccole, che operano tipicamente come gestori esterni. Le normative proliferano, diventando sempre più complicate, non fanno eccezione quelle recentemente approvate dal Parlamento federale nel tentativo di creare pari condizioni di concorrenza per gli intermediari finanziari e migliorare la protezione dei clienti (LSF e LiFin).


Il risultato immediato è un incremento esponenziale dei costi con una netta diminuzione dei margini, tanto da mettere a rischio l’esistenza delle piccole realtà, tradizionalmente molto ben radicate nel contesto ticinese e i relativi posti di lavoro, un tempo appannaggio quasi esclusivamente di cittadini svizzeri o residenti. Non è forse ora di intervenire per arginare questo mostro imperversante?


Scarica l'articolo in pdf

Karin Valenzano Rossi - Candidata per il Consiglio nazionale

Karin Valenzano Rossi
Capogruppo PLR CC Lugano

Seguimi anche su

 

Torna su